Un modo semplice per riutilizzo Mascherine durante una pandemia influenzale

Maggio 14, 2016 Admin Salute 0 154
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'uso di rivestimenti protettivi faccia sarà una delle tante strategie utilizzate per rallentare o prevenire la trasmissione del virus influenzale in caso di una pandemia, anche se le prove scientifiche circa l'efficacia di poco costoso, maschere medicali monouso e respiratori contro l'influenza è limitata. Dato previsioni che questi dispositivi saranno scarse se un colpisce pandemia nel prossimo futuro, il Dipartimento di Salute e Servizi Umani ha chiesto l'Istituto di Medicina delle Accademie nazionali di indagare il potenziale di riuso di respiratori monouso o maschere. Un nuovo rapporto IOM dice che al momento non c'è modo semplice, affidabile per decontaminare questi dispositivi che consentano la gente li usa in modo sicuro più di una volta.

E 'possibile che un individuo potrebbe riutilizzare un respiratore N95, seguendo una serie di passi per proteggerlo dalla contaminazione, ha aggiunto la commissione che ha redatto il rapporto. Tuttavia, poiché l'efficacia di eventuali coperture faccia contro l'influenza non è chiaro, i portatori dovrebbero non rischio di esposizione non necessaria, i membri del comitato hanno sottolineato.

"Protezione respiratoria attraverso l'utilizzo di rivestimenti faccia è solo una delle tante strategie che saranno necessarie per rallentare o arrestare una pandemia di influenza, e la gente non dovrebbe impegnarsi in attività che potrebbero aumentare il rischio di esposizione a influenza solo perché hanno un maschera o un respiratore ", ha detto il co-presidente del comitato John C. Bailar, professore emerito dell'Università di Chicago, Chicago. "Anche i migliori respiratore o maschera chirurgica faranno ben poco per proteggere una persona che lo utilizza in modo non corretto, e sappiamo relativamente poco l'efficacia di questi dispositivi saranno contro l'influenza, anche quando sono utilizzati correttamente," ha aggiunto il co-presidente Donald S. Burke , professore di salute ed epidemiologia internazionale, Bloomberg School of Public Health, Johns Hopkins University di Baltimora. "La ricerca sostanziale deve essere fatto per aumentare la nostra comprensione di come l'influenza si diffonde, sviluppare le maschere migliori e respiratori, e rendere più facile per decontaminare loro."




Molti tipi differenti di mascherine mediche e respiratori sono disponibili, ma quelli che sono considerati per uso diffuso in una pandemia influenzale sono poco costosi, maschere medicali monouso e N95 respiratori a facciale filtrante. Maschere per uso medico adattarsi liberamente sul naso dell'utente e la bocca e sono principalmente destinati ad essere indossati da operatori sanitari e pazienti per aiutare a mantenere un ambiente sterile per prevenire la diffusione di contaminanti da chi lo indossa - per esempio, limitando la dispersione di starnuti e tosse. Respiratori N95 sono utilizzati in entrambe le impostazioni mediche e industriali per impedire l'inalazione di particelle microscopiche nocive dall'utente. Essi sono progettati per adattarsi perfettamente intorno alla bocca di chi la indossa e il naso. Quando su misura, sono certificati dall'Istituto nazionale per la sicurezza e la salute per la protezione contro il 95 per cento di una sostanza di prova aerosol, anche se una misura impropria compromette la loro utilità. Né respiratori N95 né altre forme di coperture volto sono stati testati per la loro capacità di proteggere contro i virus influenzali in particolare, il Comitato ha sottolineato.

Maschere e respiratori monouso non si prestano a riutilizzare perché lavorano intrappolando particelle nocive all'interno della rete di fibre di cui sono fatte. Questo accumulo pericoloso non può essere pulito o disinfettato senza danneggiare le fibre o altri componenti del dispositivo, quali cinghie o clip del naso, la commissione trovato. Inoltre, la commissione non ha potuto individuare eventuali modifiche semplici per la produzione dei dispositivi che permettano il riutilizzo, o eventuali modifiche che potrebbero dispensare con la necessità di testare la forma di respiratori per garantire un indossatore è completamente protetto.

Tuttavia, i seguenti passaggi potrebbero consentire a una persona di riutilizzare un respiratore monouso N95, se necessario. Un rivestimento di protezione come ad esempio una mascherina medica o una chiara visiera di plastica deve essere indossato sopra il respiratore per proteggerlo dalla contaminazione superficiale. Il respiratore deve essere conservato con cura tra usi, e chi lo indossa deve lavarsi le mani prima e dopo aver maneggiato e il dispositivo utilizzato per proteggerlo. Questi passaggi sono intesi per il riutilizzo di un respiratore da una sola persona.

Ci sono anche respiratori riutilizzabili che hanno cartucce filtranti sostituibili, rendendo loro un altro potenziale alternativa in una pandemia. Tuttavia, questi respiratori più sofisticate sono più costosi rispetto ai loro cugini più semplici, usa e getta.

La commissione ha rilevato che i fornitori di assistenza sanitaria in altri paesi usano spesso cotone mascherine mediche lavabili. Il comitato né raccomandato né scoraggiato l'uso di queste maschere o rivestimenti viso improvvisati da asciugamani, fogli o altro tessuto. Tuttavia, i membri sottolineato che l'efficacia di tali maschere e rivestimenti improvvisati contro l'influenza non è noto.

I dati sulla maschera e respiratore uso e tassi di infezione durante l'epidemia di SARS offrono alcune indicazioni utili su come la gente rispettino indossare i dispositivi nel corso di una crisi medica e sugli effetti protettivi dei dispositivi ', osserva il rapporto. Ma questi dati sono limitati, ei risultati sono a volte contraddittorie. Non è chiaro fino a che punto l'uso di rivestimenti viso e altre azioni di protezione - tra cui il lavaggio delle mani e di allontanamento sociale - influenzato i tassi di infezione.

Per aiutare a sviluppare materiali e dispositivi più efficaci per la protezione contro la trasmissione di influenza, i ricercatori hanno bisogno di determinare con maggiore precisione come i virus influenzali diffondersi da persona a persona. Non è noto se si disperdono particelle aerosol rilasciati nel respiro delle persone infette, si sviluppa su gocce più grandi proiettate attraverso tosse e starnuti, o sono contratte attraverso il contatto fisico con le persone e le superfici contaminate. Diversi tipi di rivestimenti faccia offrono diversi livelli di protezione contro le varie forme di agenti nocivi; per esempio, le maschere sono fluidi resistenti e generalmente proteggere meglio contro i contaminanti dispersi attraverso tosse e starnuti, mentre respiratori proteggono meglio contro contaminanti aerosol. La ricerca dovrebbe essere fatto per testare quanto bene maschere, respiratori, e altri nuovi materiali filtranti particolare protezione contro la diffusione di virus influenzali. Inoltre, i nuovi metodi dovrebbero essere sviluppati per decontaminare maschere e respiratori senza danneggiarli.

Lo studio è stato sponsorizzato dal Dipartimento di Salute e Servizi Umani. Fondata nel 1970 con lo statuto della National Academy of Sciences, l'Istituto di Medicina fornisce, consulenza indipendente, basata sulle prove di politici, professionisti della salute, l'industria e il pubblico.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha