Un passo verso una migliore definizione di fatica nel trattamento del cancro

Aprile 22, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Nel tentativo di definire meglio e, infine, affrontare la fatica in modo più efficace, uno studio qualitativo da The University of Texas MD Anderson Cancer Center ha identificato tre temi principali - la perdita di forza o di energia, i principali effetti della fatica e associate sensazioni - tra i pazienti in trattamento con radioterapia standard.

Presentando al 33 ° Congresso Annuale della Società Nursing Oncology (ONS), Loretta A. Williams, Ph.D., RN, AOCN, OCN, un istruttore presso il Dipartimento di Sintomo ricerca presso MD Anderson, comunanze dettagliate dei 21 pazienti che hanno condiviso storie personali di trattare con sintomo più doloroso e comune di cancro.

"Mentre la stanchezza è un sintomo ben riconosciuto di cancro e il suo trattamento, la misurazione della fatica si è basata su molte idee e definizioni diverse. Poche di queste definizioni hanno incluso ingresso paziente. Stiamo cercando di definire la fatica sulla base dell'esperienza del paziente, "ha detto Williams. "Una volta che siamo in grado di determinare gli elementi critici di stanchezza, saremo meglio attrezzati per porre le giuste domande dei pazienti per valutare l'affaticamento operatori sanitari -. Tra cui infermieri - saremo in una posizione molto migliore di intervenire con i pazienti per la gestione o prevenire l'affaticamento. "




Lo studio ha incluso, interviste audio-registrato a tempo indeterminato, con 21 pazienti, tutti coloro che sono stati trattati con radioterapia, al MD Anderson. I pazienti sono stati divisi equamente con diagnosi di seno, prostata e tumore della testa e del collo. Dei 21 pazienti che sono stati intervistati durante la quinta settimana di radioterapia, il 57 per cento sono donne e il paziente media era 54 anni.

Nello studio, i pazienti hanno riportato una perdita di forza o energia che comprendeva sensazioni di stanchezza o debolezza, che può progredire ad esaurimento, e la mancanza di energia e la resistenza.

A causa della tecnica qualitativa che Williams e il suo team hanno usato, i loro dialoghi con i pazienti hanno rivelato commenti come: "Io non ho una parte del corpo che è stanco. Tutto il mio corpo è stanco", "ho solo una sensazione di debolezza .. .pretty bene in tutto, "e" La stanchezza per me è solo una sensazione di nessuna energia ".

Più del 85 per cento dei pazienti in studio Williams 'ha usato i termini, "stanchezza" e "mancanza di energia" per descrivere la fatica. Secondo i ricercatori, questi possono essere buoni rapporti per i pazienti da utilizzare quando si parla con gli operatori sanitari circa la fatica e le condizioni che dovrebbero mettere in guardia i provider a pazienti che esso.

Il team ha anche riferito che gli effetti della fatica incluso una mancanza di motivazione o di incapacità di svolgere attività abituali, diminuito interesse per le attività sociali, e un travolgente bisogno di riposare, a volte.

"Tra i pazienti che abbiamo parlato, spesso espresso l'incapacità di fare le cose che avrebbero potuto facilmente fare prima del loro trattamento o prima della loro diagnosi", ha detto Williams. "Hanno riferito di frequente che non volevano essere in giro gli altri, che ha preso troppo di loro per mantenere una conversazione o essere cordiale."

Williams e il suo team anche individuato sensazioni fisiche associate alla fatica che incluso, "malessere, dolore, sensazione di pesantezza o di peso, lentezza dei movimenti, mancanza di appetito, e le sensazioni mentali di disagio psicologico e difficoltà a pensare ea concentrarsi."

Un paziente ha descritto le sensazioni fisiche come "una sensazione di pesantezza", mentre un altro ha detto, "Ho appena sentii trascinato fuori, solo stanco, ed è stato doloroso per me, perché non è il mio norma. Non mi piace sentire così . "

"Definire l'esperienza del paziente con un sintomo è fondamentale per la valutazione e la gestione di tale sintomo,", ha detto Williams, che era un infermiere specializzato clinica prima di entrare Dipartimento di Symptom Management di MD Anderson come infermiera-scienziato. "Valutazione e gestione dei sintomi, certamente fatica, è un ruolo primario degli infermieri di oncologia."

Williams e il suo team stanno progettando futuri studi simili a definire meglio la fatica tra i pazienti sottoposti a chemioterapia e di nuove terapie mirate. Hanno in programma di sviluppare una definizione unica di fatica legata al cancro.

Collaborando con la Williams lo studio sono stati Shannon Burkett, Ph.D., Margaret H. White, BA, Ibrahima Gning, Ph.D. e Charles Cleeland, Ph.D. Lo studio è stato sponsorizzato da un assegno di ricerca da Cephalon, Inc.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha