Un sistema di allarme rapido per la pericolosa cancro al seno?

Giugno 16, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

SAN FRANCISCO, CA - Una piccola proteina chiamata RhoC trovati nei tumori della mammella potrebbero un giorno dare medici e pazienti un sistema di allarme precoce che potrebbe individuare il cancro al seno pericolosamente aggressivo molto prima che inizia a diffondersi, e identificare la necessità di un trattamento aggressivo.

Un test per rilevare la proteina è ancora più di un anno di distanza da studi clinici. Ma promettenti i primi risultati mostrano che RhoC può servire come marcatore per i tumori al seno che hanno più probabilità di diffondersi, o metastasi - anche identificarli quando sono meno di un centimetro di diametro.

I medici della University of Michigan Comprehensive Cancer Center hanno sviluppato il test basato sulla loro ricerca preliminare sul gene RhoC, e dimostrato la sua efficacia in 182 campioni di tessuto dalla libreria di cancro al seno del UM. I risultati saranno presentati 9 aprile in occasione della riunione della American Association for Cancer Research.




Il test rilevato cancro invasivo che aveva il potenziale per metastatizzare con 88 per cento di specificità, e aveva il 92 per cento di specificità per piccoli tumori che avevano già metastatizzato. Campioni di seno normale, cisti mammarie benigne, o il cancro non invasivo al seno aveva poco RhoC.

"Questo è un indicatore molto promettente per i piccoli ma invasive tumori al seno che possono metastatizzare, che in questo momento sono difficili da individuare", dice l'autore Celina Kleer, MD, un assistente professore di patologia presso la UM Medical School che si specializza nel cancro al seno. "Mentre sono necessarie ulteriori ricerche prima che la sperimentazione clinica possa cominciare, ci auguriamo che contribuiscano individuare il cancro allo stadio iniziale che potrebbe essere vulnerabile a un trattamento aggressivo, forse con farmaci che hanno come target la proteina Rho."

Kleer ei suoi colleghi, tra cui ricercatori RhoC esperti Sofia Merajver, MD, Ph.D., professore associato di medicina interna, e Kenneth van Golen, Ph.D., professore assistente, ha intrapreso lo studio per scoprire come è stato prodotto molto RhoC in differenti tipi di cellule di cancro al seno, rispetto alle cellule normali del seno.

In precedenza, avevano dimostrato che il gene RhoC era sovraespresso nel cancro al seno infiammatorio, una varietà particolarmente letale che cresce e metastatizza rapidamente. Sovraespressione del gene, hanno creduto, potrebbe anche verificarsi in altri tipi di tumore al seno aggressivo - che porta a grandi quantità della proteina RhoC in cellule di questi tumori.

RhoC, il cui nome completo è RhoC-GTPasi, è un enzima coinvolto nel cambiare lo scheletro interno di una cellula - cambiamenti che permettono una cella per polarizzare o spostare. Questa capacità è importante nelle cellule muscolari, che producono un sacco di RhoC. Ma in cellule non muscolari cancerose, RhoC è la chiave per i cambiamenti strutturali che conferiscono una cella la capacità di rompere da un tumore, galleggiare attraverso il corpo nel sangue, e prendere tenere in posizione satellitare - in altre parole, di metastatizzare .

Nel trovare il infiammatoria di correlazione cancro al seno, il team di UM è stato il primo a dimostrare che RhoC, già implicato in fegato, pancreas e il cancro della pelle, è stato anche coinvolto nel cancro al seno. UM ricercatori, guidati da Merajver, poi hanno mostrato che il trapianto del gene nelle cellule RhoC normali del seno nei topi queste cellule si trasforma in quelle cancerose con potenziale metastatico.

La nuova ricerca iniziata con lo sviluppo di un test RhoC. Con l'aiuto del Protein Structure UM Fondo, e la loro conoscenza del gene RhoC, il team ha creato un anticorpo che attaccarsi alla proteina RhoC ovunque in un campione di tessuto. Una macchia specifico per l'anticorpo poi permesso ai ricercatori di messaggistica unificata per vedere come concentrata la proteina è stata in diversi campioni di tessuto da tumori al seno e le zone circostanti.

La biblioteca cancro al seno presso il Cancer Center ha fornito 182 campioni di tessuto da 164 pazienti i cui seni erano stati biopsia al UM, nonché informazioni circa se avessero il cancro o patologie mammarie benigne come i cambiamenti fibrocistica. Campioni di tessuto tumorale mammario stati corredati di informazioni descrivendo esattamente ciò varietà di tumore era, come il tumore era grande, se era invasiva (diffusione oltre lo strato di cellule in cui è iniziato e nel tessuto sano), quale fase era in, e se avesse metastasi attraverso il corpo.

I campioni cancerosi incluso tutto da carcinoma duttale in situ (una condizione localizzato basso grado), per mettere in scena IV invasive carcinoma duttale che si era diffuso ai linfonodi o ad altre parti del corpo. L'ampio spettro ha permesso alla squadra di cercare le differenze tra i tumori di dimensioni diverse, stadi, tipi e livelli di invasività.

Colorazione anticorpo rivelato alti livelli attesi di RhoC nelle cellule dei vasi sanguigni che circondano il tessuto del seno muscolare e, e nessuno nel tessuto mammario normale. Ma le concentrazioni di macchia bruno-rossastro del tessuto canceroso variavano notevolmente. Quando Kleer correlato i campioni che hanno macchiato più scuro con le loro caratteristiche cliniche, ha scoperto una connessione.

"Abbiamo trovato RhoC solo nei tumori invasivi, e quasi sempre correlata con la presenza di metastasi. Pochissimi i tumori non metastatici conteneva alti livelli di RhoC," dice. "Il livello di espressione RhoC aumentato anche come lo stadio del tumore al seno maggiore, che è un'altra conferma che si tratta di un marker di cancro più aggressivo. Avevamo abbastanza campioni da invasive tumori metastatici di meno di un centimetro di dimensioni per dimostrare che RhoC è altamente specifico per quei tumori, ma ci piacerebbe guardare più campioni per essere sicuri. "

Kleer, Merajver, van Golen e loro colleghi stanno preparando per esaminare ancor più campioni del seno per la presenza di RhoC, per vedere se i loro risultati iniziali reggono. Il team è inoltre in fase di pianificazione di studi clinici sul potere predittivo di RhoC.

Lo studio è stato finanziato dal National Institutes of Health, il Dipartimento di programma di ricerca sul cancro al seno di difesa, e una borsa di John e Suzanne Munn Endowment presso l'UM Comprehensive Cancer Center. Oltre a Kleer, Merajver, e van Golen, gli autori dello studio sono Zhi-Fen Wu, MD; Yanhong Zhang, Ph.D .; e Mark Rubin, M.D.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha