Una dose di vaccino H1N1 può fornire una protezione sufficiente per neonati e bambini

Giugno 10, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una dose di vaccino può essere efficace per proteggere i neonati ei bambini e ridurre la trasmissione del virus H1N1, secondo uno studio di JAMA, appena pubblicato on-line per le sue implicazioni per la salute pubblica. Lo studio appare nel numero di gennaio 6 edizione stampa del giornale.

I primi rapporti del 2009 l'influenza A (H1N1) infezione in molti paesi hanno figli in gran parte coinvolti, in particolare coloro che frequentano la scuola. I rapporti hanno indicato alti tassi di ospedalizzazione dei bambini sotto i 5 anni di età in pandemia, in base alle informazioni fornite dagli autori. "Il Comitato consultivo per la Immunizzazione Practices anche attualmente raccomanda che i neonati ei bambini di età compresa tra 9 anni o più giovani ricevono due dosi di vaccino contro l'influenza H1N1 almeno 21 giorni di distanza, sulla base dell'esperienza esistente con i vaccini influenzali stagionali trivalenti in questa fascia di età."

Terry Nolan, MBBS, Ph.D., presso l'Università di Melbourne, in Australia e colleghi hanno valutato l'efficacia e la sicurezza di due dosi di un 2009 di influenza A (H1N1) in 370 bambini sani e bambini dai sei mesi a meno di 9 anni che vivono in Australia. I bambini sono stati randomizzati in gruppi che hanno ricevuto un regime di due-iniezione distanza di 21 giorni in dosi di entrambi a 15 microgrammi o 30-microgrammi di vaccino.




"A seguito della prima dose di vaccino, titoli anticorpali di 1:40 o superiori sono stati osservati in 161 dei 174 neonati e bambini nel gruppo di 15 microgrammi (92,5 per cento) e in 168 di 172 neonati e bambini nel gruppo di 30 microgrammi (97,7 per cento), "gli autori di relazione. "Tutti i partecipanti hanno dimostrato titoli anticorpali di 1:40 o maggiore dopo la seconda dose di vaccino", [il che significa che ogni bambino ha raggiunto un livello di anticorpi ritenuto sufficientemente elevato per la protezione contro il virus H1N1]. I ricercatori fanno notare che la maggior parte delle reazioni avverse al vaccino sono stati lievi a moderata. Le risposte immunitarie al vaccino erano forti indipendentemente da età, stato anticorpale basale, o se il bambino aveva ricevuto una vaccinazione contro l'influenza stagionale prima di questo studio.

"I nostri risultati suggeriscono che una singola dose di 15 microgrammi dose di regime vaccino può essere efficace e ben tollerata nei bambini, e può avere implicazioni positive per la protezione da malattia e la trasmissione ridotto di pandemia di H1N1 nella popolazione più ampia," concludono gli autori.

Nota del redattore: Questo studio è stato sponsorizzato da CSL Limited con il finanziamento del Dipartimento del governo australiano di Salute e Invecchiamento.

Editoriale: 2009 Influenza A (H1N1) vaccini per i bambini

"Anche se l'attività influenzale è diminuito nelle ultime settimane in alcuni stati, resta la possibilità di attività continuata attraverso la tradizionale stagione influenzale invernale e la prospettiva di normale circolazione invernale del virus dell'influenza stagionale," e della nota editoriale autori che questa pandemia ha evidenziato il fatto che i bambini non hanno l'immunità misurabile contro il virus H1N1.

Anthony E. Fiore, MD, MPH, dal Centro Nazionale per le Malattie Infettive, Centers for Disease Control and Prevention, Atlanta, e Kathleen M. Neuzil, MD, MPH, di PATH, Seattle, scrivere che i bambini sono stati una fonte primaria di malattia in epidemie di influenza pandemica, con complicanze più gravi, ricoveri e morti per il virus di quello che è solito visto per l'influenza stagionale.

Gli autori editoriali sollecitano l'attenzione di interpretazione dei risultati dello studio. "Il contenuto di antigene emoagglutinina somministrato a sei mesi di età i neonati ei bambini di età inferiore ai 3 anni di questo studio era di 15 microgrammi, l'equivalente di due dosi di vaccino da 7,5 microgrammi attualmente autorizzato negli Stati Uniti per questa fascia di età."

"I dati di immunogenicità presentati da Nolan et al suggeriscono che almeno alcuni bambini saranno protetti dopo una singola dose di 15 microgrammi del vaccino H1N1 utilizzati in questo studio, ma i risultati non possono essere generalizzati con fiducia a tutti i bambini, le circostanze epidemiologiche in ogni Paese, o diverse formulazioni di vaccino. "

In conclusione, gli autori scrivono: "... resta prudente continuare a seguire le raccomandazioni attuali per la somministrazione di due dosi di lattanti e bambini, mentre in attesa dei dati definitivi di efficacia del vaccino."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha