Una strategia bioterapia per il cancro esofageo in futuro

Marzo 23, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Cancro esofageo è una delle neoplasie più comuni in tutto il mondo. La mortalità è molto alto a causa di una diagnosi relativamente tardi e il trattamento inefficiente.

La possibilità di invertire il risultato di cancro esofageo è limitata a causa di una scarsa comprensione della sua biologia. Progressione del cancro esofageo può essere associato con sfingosina 1-fosfato (S1P) e suoi recettori S1P1-5, che svolgono un ruolo importante in altri tipi di tumore. Un possibile ruolo per S1P e dei suoi recettori nelle cellule esofagee umane non è stato precedentemente studiato, né ha l'importanza di S1P e dei suoi recettori in crescita del cancro esofageo e metastasi stato affrontato.

Utilizzando trascrizione inversa reazione semi-quantitative a catena della polimerasi, trasfezione genica, test MTT e transwell test di migrazione, un gruppo di ricerca dalla Cina indagato S1P profilo di espressione dei recettori in cellule di cancro esofageo umane e gli effetti della S1P5 sulla proliferazione e migrazione. Il loro studio sarà pubblicato il 21 aprile 2010 nella World Journal of Gastroenterology.




Hanno trovato S1P legame S1P5 inibisce la proliferazione e la migrazione delle cellule Eca109 S1P5 transfettate.

I loro risultati hanno indicato che il deficit in effetto inibitorio di S1P-S1P5 può essere importante nella crescita e le metastasi del cancro esofageo. S1P5 o le sue molecole di segnalazione associate possono servire come una futura strategia in bioterapia per il cancro esofageo.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha