Undiagnosed pre-diabete altamente prevalente nei primi mesi di studio della malattia di Alzheimer

Aprile 19, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Quando neurologo Georgetown University R. Scott Turner, MD, PhD, ha iniziato iscrivendosi persone con lieve o moderata della malattia di Alzheimer in uno studio a livello nazionale lo scorso anno, si aspettava di trovare solo una manciata di partecipanti con intolleranza al glucosio non diagnosticata, come tutti i pazienti erano già in sono stati esclusi cure di un medico e di quelli con diabete noti. Ma Turner dice di essere stato "scioccato" da come sono stati trovati molti partecipanti allo studio di avere pre-diabete - una scoperta che sta provocando questioni importanti.

Lo studio di Turner esamina resveratrolo, un composto presente nelle uve rosse e vino rosso, per vedere se potrebbe cambiare i livelli di glucosio nei pazienti con lieve o moderata della malattia di Alzheimer (AD). Turner dice resveratrolo è pensato di agire sulle proteine ​​nel cervello in un modo che imita effetti di una dieta ipocalorica.

"Sappiamo da studi su animali che la restrizione calorica previene le malattie dell'invecchiamento come il diabete e il morbo di Alzheimer", spiega Turner, direttore del Georgetown University Medical Center Memory Disorders Programma. "Sul rovescio della medaglia, avere il diabete aumenta il proprio rischio di sviluppare AD. Quindi, forse, migliorando la tolleranza al glucosio, saremo prevenire o ritardare diabete e il morbo di Alzheimer."




Per partecipare allo studio resveratrolo, i partecipanti hanno dato una digiuno test di tolleranza al glucosio per ottenere un livello di base, e quindi sottoposti nuovamente al test due ore dopo aver mangiato. Durante la digestione, il livello di zucchero nel sangue aumenta, ma il pancreas produce insulina per abbassarlo. Un alto livello di zucchero dopo due ore rivela intolleranza al glucosio (pre-diabete) o diabete se il livello è molto alto.

"Il numero di persone con intolleranza al glucosio (pre-diabete) era molto più alto di quanto ci aspettassimo", dice Turner. "Sono rimasto sorpreso da quante persone non sapevano che erano pre-diabetica, e queste sono le persone che già ricevono le migliori cure mediche."

Five (4 per cento) dei 128 partecipanti aveva alterato i livelli di glucosio a digiuno, mentre altri tre (2 per cento) hanno avuto risultati coerenti con diabete di tipo 2. Dei 125 soggetti che hanno completato il test di due ore, 38 (30 per cento) ha dimostrato intolleranza al glucosio, mentre il 16 (13 per cento) hanno avuto risultati coerenti con il diabete. Così, la prevalenza complessiva di tolleranza al glucosio o diabete su due ore è stata del 43 per cento - o quasi la metà degli individui reclutati per lo studio.

Turner chiede: "Come fa intolleranza al glucosio o diabete portare a AD? Does l'infiammazione associata con intolleranza al glucosio grilletto AD? O entrambi gli eventi creano un circolo vizioso di malattia di Alzheimer e di intolleranza al glucosio?"

Lo studio di Turner non è stato progettato per rispondere a queste domande, ma potrebbe fornire importanti indizi. Turner dice mentre un test di tolleranza al glucosio, non è in genere ordinato da neurologi, "Questo risultato suggerisce che forse dovremmo provare tutti i nostri pazienti con Alzheimer precoce. E 'un semplice, studio economico che rivela informazioni sanitarie critiche."

Turner discuterà i suoi risultati al Congresso dell'Associazione Internazionale Alzheimer a Boston il 14 luglio.

Lo studio resveratrolo è sponsorizzato da Disease Cooperative Study di Alzheimer attraverso una sovvenzione da parte del National Institute on Aging. Turner riferisce interessi finanziari personali relativi allo studio.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha