University of Iowa ricercatori studiare l'uso di aste magnetiche per trattare il cancro alla prostata

Aprile 15, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Iowa City, IA - Università di ricercatori Iowa stanno sviluppando un nuovo approccio per il trattamento del cancro alla prostata. Il trattamento utilizza il calore generato dalle barre magnetiche impiantati per distruggere il tumore. Gli scienziati sperano di interfaccia utente della nuova tecnica sarà un successo come la chirurgia e la radioterapia nel trattamento della malattia, ma eviteranno difficili e spiacevoli effetti collaterali spesso associati a tali trattamenti standard.

"I nostri risultati, e quelli dei nostri collaboratori internazionali, suggeriscono che queste canne potrebbero essere estremamente efficace nel trattamento del cancro con potenzialmente meno effetti collaterali", ha detto Robert D. Tucker, MD, Ph.D., professore associato di patologia UI e coadiuvante professore associato di ingegneria biomedica. "E pensiamo che questo approccio possa rivelarsi utile anche contro altri tumori localizzati."

Lo scorso anno più di 180.000 uomini negli Stati Uniti sono stati diagnosticati con cancro alla prostata. Quando il tumore è confinato alla prostata, la rimozione chirurgica della prostata o la radioterapia sono le due opzioni più comunemente consigliate trattamento. Sebbene entrambi questi metodi offrono buone probabilità di successo, ognuno di loro comportano rischi di danni al tessuto intorno alla prostata, che a sua volta può causare incontinenza e impotenza.




Il trattamento in fase di sviluppo presso l'interfaccia utente coinvolgerà impiantare piccole barre leghe magnetiche nella prostata usando metodi simili a quelli utilizzati per posizionare i semi radioattivi brachiterapia. Ciascuna asta cilindrica lunga 1,4 centimetri e 1 millimetro di diametro. Quando il paziente con aste impiantati è posto in un campo magnetico alternato esterno, le aste riscaldano e trasferiscono il calore al tessuto circostante. Il calore aste fa due cose: provoca proteine ​​per denaturare o svelare, che uccide le cellule, e coagula l'apporto di sangue, che affama le cellule e li induce a morire.

Gli scienziati hanno conosciuto per decenni che certe leghe (miscele di metalli) riscaldano in un campo magnetico a una temperatura specifica, determinata dalla composizione della lega, e si mantiene tale temperatura, mentre rimangono nel campo magnetico.

"Differenti leghe hanno diverse temperature Curie, che è la temperatura alla quale la lega passa dall'essere magnetica amagnetico," spiegato Tucker. "Quando l'asta è magnetico, si riscalda in un campo magnetico. Alla temperatura Curie, l'asta diventa amagnetico e cessa di riscaldarsi e mantiene semplicemente la temperatura di Curie fintanto che rimane nel campo magnetico."

Le aste utilizzati dalla squadra di Tucker sono fatti di cobalto e palladio e sono biocompatibili, che non è stato vero di altri materiali testati per questo scopo. Questa tecnologia è stata sviluppata da ablazione Technologies di San Diego, in California. Tucker fa parte consiglio di amministrazione della società.

Il gruppo di ricerca UI ha condotto una serie di esperimenti per testare le proprietà delle aste. I ricercatori hanno confermato che a temperature necessarie per distruggere il tessuto, le aste sono in grado di produrre abbastanza calore per ottenere un aumento di temperatura uniforme in tutto il tessuto mirato. Ogni asta ha una potenza di mezzo watt, quindi una serie di aste 60, come potrebbe essere utilizzato nella prostata, genererebbe calore come una lampadina da 30 watt.

"I nostri esperimenti hanno dimostrato che quando le aste sono disposte in array, il calore o energia è concentrata tra le aste. Il riscaldamento estende solo pochi millimetri oltre il bordo esterno della matrice," detto Tucker. "Ciò significa che è possibile posizionare le aste vicino al bordo della prostata e minimizzare il rischio di danneggiare il tessuto al di là della ghiandola."

Il campo magnetico utilizzato per attivare le aste è bassa e non si trovano comunemente nella vita quotidiana, così il rischio di riscaldamento accidentale di questi impianti permanenti è molto piccola. Inoltre, la forza del campo magnetico usato scende nettamente con maggiore distanza dalla bobina genera il campo. Ciò significa che gli oggetti magnetici nel corpo di un paziente che sono più di circa 8 centimetri non si riscalda. Sfortunatamente, un metallo dispositivo di sostituzione dell'anca contenente potrebbe presentare un problema per utilizzando questa tecnica.

Oltre agli studi di laboratorio condotti da promettenti Tucker ei suoi colleghi presso l'interfaccia utente, gli studi clinici condotti da collaboratori internazionali di Tucker presso l'Ospedale Charitй a Berlino, in Germania, e l'Università del Cile a Santiago hanno iniziato a dare risultati interessanti.

I risultati di questi studi sono stati così convincenti che la US Food and Drug Administration ha approvato uno studio clinico in corso condotto presso l'Università della California di San Francisco per il trattamento di pazienti che hanno subito un trattamento di radiazioni, ma i cui tumori sono tornati.

Impiantare le aste con un lungo ago cavo dura circa 45 minuti. Il paziente riceve solo un anestetico spinale. Il paziente viene sottoposto ad un singolo trattamento nel campo magnetico ed è in grado di tornare a casa lo stesso giorno.

"Nei pazienti trattati finora, i risultati sono stati incoraggianti", ha detto Tucker. "Un altro vantaggio di queste aste permanenti è che, a differenza radioterapia, la terapia termica può essere ripetuta in modo non invasivo, se i valori di PSA nel siero del paziente inizia a salire."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha