Uomini zone sfavorite meno probabilità di essere trattati per il cancro alla prostata

Maggio 28, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli uomini che vivono in aree svantaggiate sono molto meno probabilità di essere trattati con i più comuni tipi di trattamento radicale per cancro alla prostata rispetto a quelli in luoghi più ricchi, dice uno studio pubblicato online sul British Medical Journal.

Uno studio su larga scala realizzato da ricercatori della Cambridge ha scoperto che i pazienti provenienti dalle zone più svantaggiate sono 26% in meno di probabilità di avere la radioterapia rispetto agli uomini delle zone più ricche e il 52% meno probabilità di avere un intervento chirurgico radicale.

Il cancro della prostata è il tumore maligno più comune negli uomini e la sua incidenza è in aumento, soprattutto dal momento che alla fine del 1980 e all'inizio del 1990.




E '20-40% più probabile che accada e notare nelle zone più ricche e le percentuali di sopravvivenza sono in aumento anche a circa l'80% in quello stesso gruppo socio-economico. Si pensa ciò è in parte dovuto agli uomini meno privati ​​che accettano di antigene prostatico specifico (PSA) test di screening.

I ricercatori, guidati da Georgios Lyratzopoulos presso l'Università di Cambridge, hanno studiato i dati su 35.171 uomini (età compresa tra 51 e oltre) tra il 1995 e il 2006.

Informazioni più dettagliate sulla fase della loro malattia era disponibile per 15.916 uomini per un periodo di nove anni 1998-2006.

Gli uomini sono stati tutti diagnosticati con cancro alla prostata durante questo periodo e i ricercatori hanno cercato di scoprire cosa variante esisteva in quanto il tumore è stato gestito tra i pazienti di status socio-economico diverso.

La percentuale dei pazienti trattati con la chirurgia durante 1995-7 durante 2004-6 è aumentato significativamente nel corso del tempo dal 2,9% al 8,4%. L'uso di radioterapia per i pazienti è rimasto stabile a circa il 25% per tutto il periodo di studio.

I ricercatori hanno scoperto che sia la radioterapia o la chirurgia è stato utilizzato più spesso nelle persone più benestanti.

La radioterapia è stata utilizzata per le persone più ricche in 28,5% dei casi, contro il 21% delle persone dalle aree più svantaggiate - una differenza del 26%. Allo stesso modo, l'intervento chirurgico è stato utilizzato per l'8,4% dei migliori off persone, rispetto ad appena il 4% dei pazienti peggio - una differenza del 52%.

Questo modello persisteva anche quando fattori come l'età, ospedale di diagnosi e stadio della malattia sono state prese in considerazione.

I ricercatori dicono che le cause e impatto sulla sopravvivenza di queste differenze tra i gruppi socioeconomici rimangono incerti, e richiedono ulteriori ricerche per aiutare a spiegare le differenze socioeconomiche di trattamento.

In un editoriale di accompagnamento, i ricercatori in Finlandia suggeriscono che, quando si parla di decisioni di trattamento, "i pazienti più istruiti possono elaborare le informazioni più facilmente e la comunicazione medico-paziente può essere più efficace o fluente quando medico e paziente hanno sfondi sociali simili."

Perché le ragioni di queste disparità socioeconomiche sono chiare e il modo migliore per ridurre loro è sconosciuta, studi futuri dovrebbero indagare il contributo di vari fattori prognostici per le differenze in termini di sopravvivenza, ma concludere.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha