Vaccini influenzali per i lavoratori della casa di cura efficaci in focolai di riduzione, secondo uno studio

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I tassi di vaccinazione antinfluenzale più elevati per il personale sanitario in grado di ridurre drasticamente il rischio di epidemia di influenza tra i residenti della casa di cura, secondo uno studio pubblicato nel numero di ottobre di Infection Control and Hospital Epidemiology, la rivista della Società per Healthcare Epidemiology of America.

Lo studio, che si è concentrata su case di cura in New Mexico, ha scoperto che quando un impianto ha avuto tra il 51 e il 75 per cento del personale sanitario con cura diretta dei pazienti vaccinati, le probabilità di un focolaio di influenza in tale impianto è sceso dell'87 per cento.

"I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno a lungo suggerito che il personale sanitario in case di cura vengono vaccinati contro l'influenza, ma non sapevamo quanta aiuto queste raccomandazioni potrebbero essere nel ridurre focolai di influenza tra i residenti", ha detto Aaron Wendelboe di l'Università di Oklahoma, l'autore principale dello studio. "Abbiamo trovato una forte evidenza per sostenere la raccomandazione del CDC che per proteggere i residenti di case di cura, personale sanitario dovrebbero essere vaccinati ogni anno."




In collaborazione con il Dipartimento di Salute New Mexico, Wendelboe e la sua squadra intervistati tassi influenza su iniziativa dello Stato a 75 strutture di assistenza a lungo termine durante le stagioni 2006-2007 e 2007-2008 influenzali. Hanno poi cercato correlazioni tra i tassi di vaccinazione in ciascun impianto e se c'era un focolaio di influenza.

Mentre aumentato la vaccinazione del personale sanitario di assistenza diretta è stato associato ad un minor numero di focolai di influenza, lo studio ha rilevato che i tassi di vaccinazione tra i residenti non scoraggiò focolai. In realtà, la vaccinazione residente superiore è stata correlata con una maggiore probabilità di un focolaio. Questo risultato è stato inaspettato e difficile da spiegare, dicono i ricercatori. "Mentre la spiegazione è probabilmente multifattoriale, sospettiamo un grande fattore è che le strutture con i tassi di vaccinazione alto residenti over-invocare la tutela diretta conferito vaccinando i residenti e sotto-valore la protezione indiretta conferito vaccinando i dipendenti," Wendelboe e il suo team di scrittura.

Nonostante le raccomandazioni del CDC e la Società per Healthcare Epidemiology of America, i tassi di vaccinazione tra i lavoratori sanitari statunitensi ancora volteggiano sotto il 65 per cento.

"Quella vaccinazione del personale sanitario fornito una maggiore protezione per i residenti di vaccinare i residenti si sottolinea l'importanza di queste raccomandazioni", ha detto Wendelboe.

(0)
(0)
Articolo successivo Cellulari per i bambini

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha