Vaccino usato per trattare precancers cervicali innesca la risposta delle cellule immunitarie

Aprile 18, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"E 'difficile misurare le risposte delle cellule immunitarie ai vaccini terapeutici, ma crediamo che gli studi clinici potevano dirci di più sul valore e la funzione dei vaccini, se controlliamo per la risposta delle lesioni, in cui il sistema immunitario sta combattendo cellule precancerose," dice Connie Trimble, MD, professore associato di ginecologia e ostetricia, oncologia e la patologia presso la Johns Hopkins 'Kimmel Cancer Center.

I risultati dei primi 12 donne iscritte alla Johns Hopkins di uno studio clinico condotto da Trimble sono riportati in linea nel 27 gennaio di Science Translational Medicine. Ognuna delle donne è stato diagnosticato un alto grado lesioni cervicali precancerose legati a un ceppo di papillomavirus umano (HPV16) più comunemente associati con il cancro del collo dell'utero. Nel tentativo di trattare le lesioni e prevenire il cancro del collo dell'utero, che hanno ricevuto tre iniezioni di vaccino nel braccio su un periodo di otto settimane.




Due tipi di vaccini sono stati utilizzati per lo studio: quella costruita con le molecole di DNA geneticamente che insegnano cellule del sistema immunitario di riconoscere le cellule precancerose che esprimono proteine ​​HPV16 E7, e uno che è un non-infettiva, virus ingegnerizzato che gli obiettivi e uccide le cellule precancerose contrassegnati da HPV16 e HPV18 E6 e E7 proteine.

Sette settimane dopo la terza vaccinazione, i ricercatori chirurgicamente rimosso le lesioni cervicali di tutte le donne. I campioni di sangue e tessuto cervicale sono stati raccolti da ciascun paziente all'inizio e alla fine del processo, scienziati locazione confrontare le risposte delle cellule immunitarie prima e dopo la vaccinazione.

In tre dei sei pazienti trattati con la dose più alta del vaccino, e un paziente in ciascuno dei due gruppi trattati con basse dosi di vaccino, le lesioni cervicali scomparse. Il primo paziente è stato trattato nel 2008, e il 12 ° nel 2012. Nessuno dei 12 pazienti ha, finora, sviluppato più lesioni.

Tra quelli vaccinati, i ricercatori hanno riscontrato un aumento significativo della CD8 cellule T, i "killer" cellule del sistema immunitario, in tessuto cervicale. I campioni di sangue non è riuscito a dimostrare come forte effetto pre- e post-vaccinazione. I ricercatori hanno anche detto che il vaccino non ha avuto la conseguenza indesiderata di alterare il numero di cellule T-normativo, che sopprimono le risposte del sistema immunitario.

"Abbiamo trovato le modifiche al sistema immunitario innesco di lesioni cervicali, che non erano così evidenti in campioni di sangue periferico dei pazienti," afferma Trimble.

I ricercatori hanno anche misurato l'espressione genica di cellule cervicali postvaccinated in tre dei pazienti e ha trovato un aumento di espressione di diversi geni (CXCR3, Tbet e Interferone beta) associati con l'attivazione del sistema immunitario. Hanno trovato molte somiglianze a recettori delle cellule T nel tessuto cervicale di due dei pazienti vaccinati ", suggerendo che le cellule T stanno vedendo la stessa cosa", dice Trimble.

Il team della Johns Hopkins dice che progetta di iscriversi alcuni altri 20 pazienti, prova una combinazione di vaccini e una crema d'attualità per migliorare la risposta immunitaria locale.

Trimble spiega che la posizione delle lesioni cervicali dà scienziati un vantaggio nel loro approccio di vaccinazione. "E 'importante che si possa seguire da vicino queste lesioni cervicali", dice Trimble.

Lei dice che la pratica convenzionale di misurare l'efficacia del vaccino attraverso esami del sangue, probabilmente ha avuto inizio con modelli murini utilizzati per la ricerca immunoterapia. "Ma il modo in cui l'HPV e il sistema immunitario si comportano negli esseri umani possono essere molto diverse," dice.

HPV provoca quasi tutti cervicali, anale, vaginale, e tumori del pene e quasi due terzi dei tumori del cavo orale. In cervice, circa 20 a 25 per cento di lesioni ad alto grado scomparirà spontaneamente. Perché non esiste un modo standard per prevedere lesioni che spariranno, l'attuale standard di cura per queste lesioni è la rimozione chirurgica. Vaccini preventivi attuali per HPV non sono efficaci sulle donne già esposte al virus onnipresente.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha