Vareniclina per smettere di fumare legata ad un aumentato rischio di gravi eventi cardiaci dannosi, secondo uno studio

Maggio 5, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'uso di vareniclina per smettere di fumare è associato con un rischio aumentato 72% di un grave evento cardiovascolare avverso, afferma un articolo CMAJ (Canadian Medical Association Journal).

La malattia di cuore è una causa comune di gravi malattie e morte nei fumatori ed è spesso una ragione per le persone a smettere di fumare. Vareniclina è uno dei farmaci più comunemente usati per aiutare le persone a smettere di fumare in tutto il mondo. Quando vareniclina è stata lanciata nel 2006, la Food and Drug Administration (FDA) recensori di sicurezza hanno riferito che i dati attuali indicano che potrebbe aumentare il rischio di eventi cardiaci avversi. La FDA ha recentemente aggiornato l'etichetta per Chantix sulla base di un piccolo aumento del rischio di eventi cardiovascolari tra i fumatori con malattie cardiache.

Un team di ricercatori della Johns Hopkins University School of Medicine, Baltimora, Maryland; la University of East Anglia, Norwich, Regno Unito; e Wake Forest Baptist Medical Center, Winston-Salem, North Carolina, hanno cercato di indagare i gravi effetti cardiaci di vareniclina in consumatori di tabacco (fumatori o gli utenti del tabacco senza combustione) rispetto al placebo negli studi clinici. Hanno guardato 14 studi che includevano 8.216 pazienti (4.908 persone su vareniclina e 3308 prendono placebo). Tutte le prove ad eccezione di un solo popolo escluse con una storia di malattia cardiaca.




Nello studio, 52 di 4908 (1,06%) i partecipanti prendono vareniclina avevano eventi avversi rispetto alle 27 del 3308 (0,82%) dei partecipanti trattati con placebo. Sette delle 4908 persone che prendono vareniclina morirono rispetto al 7 di 3308 trattati con placebo.

"Tra i consumatori di tabacco uso vareniclina è stato associato ad un aumento significativo del rischio di gravi eventi avversi cardiovascolari maggiori di 72%", scrive il dottor Sonal Singh, Johns Hopkins University School of Medicine, Baltimora, Maryland, con coautori.

"Tuttavia, nonostante il raggiungimento di più rispetto ai tassi più elevati di duplice astinenza nelle prove, che dovrebbe potenzialmente indurre un beneficio cardiovascolare, i partecipanti assegnati alla vareniclina sperimentato un aumento del rischio di gravi eventi cardiovascolari avversi," scrivono. "Questi maggiori rischi di eventi cardiovascolari avversi sono visti nei fumatori con o senza malattia cardiaca", secondo gli autori.

Essi rilevano ulteriori rischi di depressione, agitazione e pensieri suicidi che hanno portato la FDA l'emissione di un boxed warning - il più alto livello di avvertimento - per la droga.

Nonostante i limiti dello studio, come dati variabili e la mancanza di forza statistica, i ricercatori concludono che "i medici dovrebbero bilanciare attentamente il rischio di gravi eventi cardiovascolari e di altri gravi eventi avversi neuropsichiatrici associati a vareniclina contro i loro benefici noti sulla cessazione del fumo."

In un commento correlato, il dottor Taylor Hays dalla Mayo Clinic scrive: "Anche se questi risultati suggeriscono una misura di cautela dovrebbe essere presa in prescrizione vareniclina per il trattamento della dipendenza da tabacco, il piccolo rischio assoluto di eventi cardiovascolari associati al trattamento con vareniclina è superato dal un enorme vantaggio per ridurre la morbilità e la mortalità cardiovascolare che può essere raggiunto con successo l'astinenza di fumare. "

"Il rischio di eventi cardiovascolari è basso ed è di gran lunga superato dai benefici della diminuzione delle veramente" strazianti "effetti del fumo di sigaretta", conclude.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha