Varianti genetiche associate con broncodilatatore reattività

Aprile 21, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio della Brigham and Women Hospital (BWH) rivela diverse nuove varianti genetiche associate a come le persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) rispondono ai broncodilatatori per via inalatoria. La BPCO è una malattia respiratoria progressiva che limita il flusso d'aria nei polmoni. Broncodilatatori sono farmaci usati per alleviare i sintomi del disturbo respiratorio.

L'abstract di questo studio di meta-analisi sarà presentata presso l'American Society of Human Genetics 2013 meeting, ottobre 22-26 a Boston.

Uno degli obiettivi della ricerca è stato quello di identificare i polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) associati con broncodilatatore reattività (BDR).




"Identificare polimorfismi a singolo nucleotide associati broncodilatatore risposta può rivelare percorsi genetici associati alla patogenesi della BPCO e può individuare nuovi metodi di trattamento", ha detto Megan Hardin, MD, BWH Channing Division of Medicine Network, autore principale dello studio.

I ricercatori hanno utilizzato metodi statistici per combinare i risultati di 5789 pazienti caucasici con BPCO da moderata a grave da quattro studi individuali. I genotipi di oltre 700 afro-americani con BPCO sono stati anche analizzati.

La maggior parte (4.561) dei pazienti nei quattro coorti studiate avevano oltre 10 pacchetti-anno di fumare. Il gruppo, i cui membri avevano più di 5 pacchetti-anno del fumo pari a 364, e la coorte con più di due e mezzo anni pari 864.

Tutti i pazienti sono stati genotipizzati, e la loro funzione polmonare è stato testato da spirometria prima e dopo hanno usato il salbutamolo farmaco broncodilatatore, che rilassa i muscoli delle vie aeree e aumenta il flusso d'aria ai polmoni. Spirometria misura il volume e il flusso di aria che viene espirata.

I ricercatori hanno studiato più di 6,3 milioni di SNP unici dai genotipi dei pazienti. Hanno scoperto quattro nuove varianti che raramente si verificano nella popolazione generale.

Secondo Hardin, ci possono essere più determinanti genetici che probabilmente influenzano broncodilatatore reattività. I ricercatori avvertono che sarà necessaria più ampia analisi funzionale delle SNPs.

"Mentre continuiamo ad analizzare i dati, ci aspettiamo di identificare altri SNPs importanti", ha detto Craig P. Hersh, MD, BWH Channing Division of Medicine Network, autore senior studio.

Broncodilatatore risposta di ogni paziente (BDR) è stato determinato da tre misure: variazione assoluta del volume di aria espirata durante un respiro forzato in un secondo (FEV1) (BDRABS); variazione in percentuale del predetto FEV1 (BDRPRED); e cambiare in percentuale del FEV1 basale (BDRBASE).

I ricercatori hanno riferito che la parte superiore SNPs finora sono stati associati con ogni risultato BDR, ma ha sottolineato che ulteriori analisi potrebbe rivelare altri SNPs con altrettanto o maggiore influenza sulla risposta dei pazienti con BPCO.

La meta-analisi ha rivelato le SNPs top per ogni risultato BDR:

SNPs in:

  • Gene HS6ST3 sono stati associati con BDRBASE
  • Gene XKR4 sono stati associati con BDRPRED e BDRBASE
  • Gene CUBN sono stati associati con BDRABS e BDRPRED

Tra i partecipanti africani americani, SNPs nel gene CDH13 erano significativamente associati con BDRABS.

Le coorti inclusi nella meta-analisi sono stati: ECLIPSE (1.764 pazienti) e COPDGene (2797 pazienti), i quali avevano più di 10 pacchetti-anno di fumo di sigaretta; NETT (364 pazienti) con più di cinque pacchetti-anno di fumare; e GenKOLs (864 pazienti con più di 2,5 pacchetti-anno del fumo).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha