Variazione di composto Cure naturali malaria nei topi

Maggio 14, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Circa 350 a 500 milioni i casi di malaria sono diagnosticati ogni anno soprattutto nell'Africa sub-sahariana. Mentre i farmaci per prevenire e curare la malaria esistono, la domanda di nuovi trattamenti è in aumento, in parte, perché i parassiti della malaria hanno sviluppato una resistenza ai farmaci esistenti. Ora, i ricercatori della Johns Hopkins University School of Medicine hanno scoperto un modo per fermare la crescita parassita della malaria, e questa nuova scoperta potrebbe guidare lo sviluppo di nuovi trattamenti contro la malaria.

"La nostra ricerca sulla malaria è in linea con la missione Johns Hopkins 'per affrontare i problemi di salute a livello globale", afferma giugno O. Liu, Ph.D., professore di farmacologia e scienze molecolari. "I nostri risultati offrono un nuovo bersaglio molecolare sia il potenziale per il trattamento della malaria e di un composto che interagisce a tale obiettivo. Si tratta di passi importanti per la scoperta di farmaci che potrebbero aiutare a trattare la malaria."

Team di ricerca di Liu ha per molti anni ha studiato le proteine ​​MetAP2, che si trovano in tutti gli organismi - da uomo a batteri unicellulari - ed essenziale per la sopravvivenza delle cellule. Hanno pensato che se il parassita della malaria ha un proprio MetAP2, trovando una sostanza chimica che sconvolge funzione MetAP2 può portare ad un nuovo farmaco per fermare la crescita e la diffusione del parassita della malaria. Così cercato una banca dati della sequenza del genoma parassita della malaria e trovato una proteina molto simile a MetAP2 umana, che hanno chiamato PfMetAP2 per Plasmodium falciparum, il parassita che causa la malaria.




Recentemente altri ricercatori hanno riferito che il fumagillina antibiotico naturale può fermare i parassiti della malaria di crescere, forse interferendo con MetAP2. Ma la versione artificiale di fumagillina induce le cellule cerebrali a morire, così la squadra di Liu ha fatto diversi composti chimicamente legati alla fumagillina nella speranza di trovare uno meno tossici, ma ancora efficace in interferire con PfMetAP2. Hanno scelto di studiare ulteriormente uno di questi composti, fumarranol, perché interagisce con MetAP2 umana ed è meno tossica per i topi.

Il team ha prima testato se fumarranol può attaccare a e interferire con PfMetAP2 trattando le cellule di topo contenenti PfMetAP2 con diverse quantità di fumarranol e fumagillina e confrontandole con cellule non trattate. Nelle cellule trattate, fumarranol attaccato alla PfMetAP2 e smesso di lavorare.

Essi prossimo chiesto se fumarranol potrebbe fermare i parassiti della malaria di crescere in un piatto di cultura. Hanno trattato entrambi i ceppi farmaco-resistenti e multi-resistenti di Plasmodium falciparum e ha scoperto che fumarranol potrebbe fermare il parassita di moltiplicarsi.

Il team ha poi dato topi infettati con la malaria fumarranol per quattro giorni dopo l'infezione e misurato il carico del parassita nel sangue. Essi hanno scoperto che dopo quattro giorni, fumarranol lavorato nonché fumagillina a rallentare l'infezione. Dopo altri 26 giorni hanno parassiti nel sangue nuovamente misurate, ha scoperto che alcuni topi effettuato nessun livello osservabile di parassiti e considerato questi animali guariti.

"Il prossimo passo per la creazione di un nuovo trattamento per la malaria potrebbe essere quella di verificare se fumarranol è il trattamento più ottimale o se i nuovi composti che sono simili a fumarranol potrebbero essere ancora più specifici per parassiti della malaria", dice Liu.

Questa ricerca è stata finanziata da una sovvenzione pilota della Malaria Research Institute della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health e il Dipartimento di Farmacologia, Johns Hopkins School of Medicine e della Fondazione Keck.

Autori sulla carta sono X. Chen, S. Xie, S. Bhat, TA Shapiro, e J.O. Liu della Scuola di Medicina dell'Università John Hopkins, e N. Kumar della Bloomberg School of Public Health Johns Hopkins.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha