Vasculature emerge come potenziale bersaglio terapeutico nel trattamento di ADPKD Fegato cisti

Maggio 2, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Come parte di uno sforzo per sviluppare terapie mediche efficaci che bloccano la progressione della crescita cisti epatica nei pazienti con autosomica dominante policistico Kidney Disease (ADPKD), i ricercatori della University of Colorado Anschutz Medical Center hanno scoperto che le pareti cisti fegato sviluppare e mantenere un vascolare mentre si sviluppano dal corpo del fegato e che fattori rilasciati dalle cellule epiteliali che rivestono il lume parete cistica fegato può guidare la proliferazione e lo sviluppo delle cellule endoteliali vascolari.

I risultati, che appaiono nel numero di ottobre 2009 della Biologia e Medicina Sperimentale, sono il risultato di un team multi-disciplinare assemblato dal Dr. Brian Dottore. Dr. Nick Barry, un biofisico, e il dottor Ryan McWilliams, un medico residente, impiegate tecniche di imaging gratuiti di visualizzare e caratterizzare il sistema vascolare all'interno nativi pareti cistiche epatiche di pazienti umani con ADPKD e PKD2 (WS25/-) topo, un modello di topo orthologous di ADPKD. Kelley Brodsky, un socio di ricerca di alto livello, e il Dr. Claudia Amura, un biologo cellulare, poi utilizzati in vitro di proliferazione delle cellule endoteliali e sviluppo vascolare per dimostrare che i fluidi cisti fegato umano, che contengono una varietà di citochine e fattori di crescita secreto dal fegato fodera cisti dell'epitelio, sono in grado di guidare il fenotipo angiogenico di cellule endoteliali.

Inoltre, l'inibizione del recettore VEGF segnalazione ostacolare drammaticamente questo fenotipo angiogenico. Dr. Doctor ha osservato che "di stabilire la presenza di vascolarizzazione all'interno delle mura allargando cisti fegato e definire le vie di segnalazione putativi che inducono l'angiogenesi al loro interno, questo studio apre una nuova direzione emozionante nella ricerca per sviluppare terapie mediche che possono bloccare il spesso devastante crescita delle cisti al fegato nei pazienti con ADPKD ".




In sintesi, mentre ci sono differenze nella loro densità vascolare e la distribuzione, sia ADPKD umana e PKD2 (WS25/-) pareti del mouse cisti al fegato si sviluppano strutture vascolari man mano che crescono fuori dal fegato. Studi in vitro dimostrano che i fattori angiogenici secreti dal epitelio parete cistica epatica, compresa VEGF-A e di IL-8, possono guidare lo sviluppo angiogenico di cellule endoteliali umane. Questo sviluppo è bloccato da inibizione del segnale del recettore VEGF.

Dr. Steven R. Goodman, Editor-in-Chief della Biologia e Medicina Sperimentale, ha dichiarato: "L'articolo di Brodsky e colleghi fornisce l'intuizione importante che le pareti cisti fegato mantenere una vascolarizzazione man mano che crescono fuori dal fegato e che la segnalazione del recettore VEGF svolge un ruolo chiave nell'indurre angiogenesi. Questi studi multidisciplinari pongono un quadro per lo sviluppo di nuove terapie volte a prevenire la crescita delle cisti al fegato nei pazienti con ADPKD. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha