Verso trattamenti più efficaci per l'aspirina-resistenti pazienti

Marzo 16, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In un primo nel suo genere studio, scienziati in Spagna stanno segnalando identificazione delle proteine ​​del sangue che sembrano essere coinvolti nella resistenza all'aspirina, una condizione che impedisce migliaia di pazienti di trarre effetti benefici dell'aspirina nella protezione contro le malattie cardiache e ictus.

Antonio J. Lopez-Farre e Carlos Macaya e colleghi descrivono quella che viene definita il primo uso di una potente tecnologia chiamata elettroforesi bidimensionale per studiare i cambiamenti nelle proteine ​​differenti presenti nei due gruppi di pazienti con malattia coronarica, la causa della maggior parte del cuore attacchi. Un gruppo di pazienti era aspirina sensibili e l'altro aveva resistenza all'aspirina.

I ricercatori hanno scoperto un aumento dei livelli di tre proteine ​​coinvolte nel legame della vitamina D nei pazienti con resistenza all'aspirina. Descrivono inoltre esperimenti di laboratorio supplementari che dimostrano che queste proteine ​​in grado di inibire gli effetti dell'aspirina nella prevenzione di coaguli di sangue. "Questi risultati possono aiutare lo sviluppo futuro di terapie più efficaci per i pazienti aspirina-resistente," conclude lo studio.




La "Relazione tra vitamina D Binding Protein e resistenza all'aspirina in pazienti ischemici coronarici: A Study Proteomica" studio è prevista per il numero di luglio 6 del Journal di ACS of Proteome Research.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha