Video giochi, social network, chat, possono aiutare a prevenire l'HIV

Giugno 13, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Mentre molti interventi di prevenzione HIV sono stati tradizionalmente consegnati faccia a faccia, uno studio della Columbia University School of Nursing suggerisce che gli sforzi di sensibilizzazione digitali inviate tramite messaggi di testo, giochi interattivi, chat room, e social network possono essere un modo efficace per raggiungere al -Rischio uomini più giovani. La revisione della ricerca, pubblicata sul Journal of Medical Internet Research, ha rilevato che gli interventi di sanità elettronica sono associati a riduzioni dei comportamenti sessuali a rischio e aumenti di test HIV tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini.

Nonostante decenni di sensibilizzazione e di educazione sforzi che sono stabilizzati dell'immunodeficienza umana (HIV) tassi di infezione negli Stati Uniti, il ritmo di nuove infezioni tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini è in costante aumento, soprattutto tra i giovani adulti e le minoranze etniche e razziali.

"Si tratta di una popolazione che è molto utilizzato per la tecnologia, e non vi è built-in privacy e immediatezza con la comunicazione digitale che può essere particolarmente attraente per gli uomini che non sono confortevoli idonei a rivelare il loro orientamento sessuale o della loro condizione di sieropositività in un face-to faccia incontro ", dice l'autore principale dello studio Rebecca Schnall, PhD, RN, un assistente professore alla Columbia Nursing. "Se vogliamo ridurre i tassi di infezione da HIV, in particolare tra gli uomini più giovani, abbiamo bisogno di esplorare l'uso della tecnologia per incontrarli dove vivono -. On-line e sui loro telefoni"




Un team di ricercatori guidato da Schnall condotto una revisione sistematica della letteratura per determinare l'efficacia degli interventi sanitari elettronici per la prevenzione dell'HIV tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Studi inclusi hanno dovuto essere focalizzata esclusivamente su eHealth, limitato alla prevenzione dell'HIV e test piuttosto che il trattamento, mirato solo a uomini adulti che hanno rapporti sessuali con altri uomini, scritti in inglese, progettato come sperimentale o studi randomizzati controllati e pubblicati tra il gennaio 2000 e l'aprile .

Un sito web interattivo, Sexpulse, progettata da professionisti del settore sanitario e scienziati informatici per uomini che cercano partner sessuali on-line bersaglio, ridotto con successo i comportamenti sessuali ad alto rischio. Un altro sito, Keep It Up! (KIU), utilizzato videogiochi per contribuire a ridurre i tassi di sesso anale non protetto. Una terza iniziativa, un videogioco scaricabile, ha contribuito a ridurre la vergogna sentita da alcuni giovani uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini, anche se la riduzione dei comportamenti sessuali a rischio non era statisticamente significativa.

Le chat room possono anche aiutare a prevenire l'HIV, lo studio trovato. Quando un esperto di salute sessuale è entrata in una popolare chat room per pubblicare regolarmente informazioni sul test HIV e rispondere ai messaggi istantanei alla ricerca di informazioni su HIV, auto-riferito test HIV tra i partecipanti alla chat room significativamente aumentata.

Il social network come Facebook e Twitter, gli individui popolari possono diffondere messaggi di prevenzione dell'HIV ai loro amici e seguaci. La condivisione di informazioni sui test HIV tramite fonti attendibili su un social network sembra aumentare le richieste di dispositivi diagnostici HIV, uno studio ha trovato. Un altro studio ha trovato che l'uso di opinion leader per diffondere informazioni di HIV-prevenzione attraverso i social network può aumentare la velocità di prova e di rafforzare l'uso del preservativo durante il sesso anale con partner disponibili online.

"Nel loro insieme, i risultati di tutti questi relativamente piccoli studi dimostrano l'enorme potenziale di eHealth come strumento per prevenire l'HIV", dice Schnall. Il compito è urgente, aggiunge. Anche se gli uomini che fanno sesso con gli uomini rappresentano circa il 7 per cento della popolazione maschile negli Stati Uniti, che rappresentano circa il 78 per cento delle nuove infezioni da HIV tra i maschi, rafforzando la necessità di nuove strategie di prevenzione. "Quello che abbiamo ora è una road map da seguire per i più grandi, le prove più lunghe che possono sicuramente confermare l'efficacia di eHealth nella lotta contro la diffusione dell'HIV."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha