Vino Rosso Protegge la prostata, la ricerca suggerisce

Aprile 11, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori hanno scoperto che gli uomini che bevono una media di 4-7 bicchieri di vino rosso a settimana sono solo il 52% di probabilità di essere diagnosticati con cancro alla prostata di quelli che non bevono vino rosso, riporta il numero di giugno 2007 della Health Watch Uomo Harvard . Inoltre, il vino rosso sembra particolarmente protettivo contro i tumori avanzati o aggressivi.

I ricercatori di Seattle hanno raccolto informazioni su molti fattori che possono influenzare il rischio di cancro alla prostata negli uomini di età compresa tra 40 e 64, tra cui il consumo di alcol. In un primo momento i risultati per il consumo di alcol sembrano simili ai risultati di molti studi precedenti: Non c'era alcuna relazione tra il consumo complessivo e il rischio.

Ma gli scienziati sono andati un passo oltre, valutando ogni tipo di bevanda alcolica in maniera indipendente. Qui la notizia è stata potabile sorprendente vino è stato collegato a un ridotto rischio di cancro alla prostata. E quando il vino bianco è stato confrontato con il rosso, rosso ha avuto il massimo beneficio. Anche piccole quantità sembravano aiutare, e per ogni bicchiere supplementare di vino rosso a settimana, il rischio relativo è diminuito del 6%.




Perché il vino rosso? I medici non sanno. Ma gran parte della speculazione si concentra sulle sostanze chimiche, tra cui vari flavonoidi e resveratrolo, che manca in altre bevande alcoliche. Questi componenti hanno proprietà antiossidanti, e alcuni sembrano controbilanciare androgeni, gli ormoni maschili che stimolano la prostata.

Molti medici sono riluttanti a raccomandare di bere alcolici per la salute, temendo che i loro pazienti potrebbe supporre che se un po 'di alcool è buono, molto potrebbe essere migliore. Health Watch Gli uomini di Harvard osserva che gli uomini che amano l'alcool e può bere con moderazione e responsabilmente possono beneficiare di un minor rischio di infarto, ictus, diabete e morte cardiaca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha