Virus Cancer proteina necessaria per l'infezione di successo

Maggio 8, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

New ricerca mostra che una proteina prodotta da un virus cancerogeno che è stato pensato per essere irrilevante per la sua replica è infatti criticamente necessaria dal virus di avviare un'infezione e riprodurre.

Lo studio ha esaminato la T lymphotropic tipo umano del virus 1 (HTLV-1) e una proteina chiamata p13 fa. La proteina è uno dei virus 'cosiddette proteine ​​accessorie, le proteine ​​che gli studi precedenti effettuati in cellule coltivate in laboratorio hanno suggerito che il virus potrebbe vivere senza.

Ma questo nuovo studio - svolto utilizzando un modello animale che il virus può infettare - suggerisce che HTLV-1 ha bisogno la proteina p13 di infettare con successo il corpo e riprodursi.




La ricerca, pubblicata nel 1 aprile del Journal of Virology, è stato condotto da ricercatori con l'Università Cancer Program dell'Ohio State e OSU College di Medicina Veterinaria.

"E 'importante capire la funzione di queste molecole accessorie in modo da sapere se devono essere incorporati in vaccini o di mira dai nuovi farmaci come un modo per prevenire l'infezione", spiega investigatore principale Michael Lairmore, professore e presidente di veterinaria bioscienze e membro della OSU Comprehensive Cancer Center.

"Questa proteina virale è anche importante studiare perché reca i mitocondri delle cellule infette." I mitocondri producono approvvigionamento energetico e memorizzare gli enzimi della cellula che svolgono il processo di morte naturale delle cellule, o apoptosi.

"Questi risultati dovrebbero aiutare Cominciamo a capire se questa proteina virale influenza la sopravvivenza cellulare, forse estendendo la vita della cellula", spiega Lairmore.

HTLV-1 infetta una stima di 15-20.000.000 di persone in tutto il mondo. Circa il 5 per cento delle persone infette sviluppano la leucemia a cellule T degli adulti o linfoma (ATLL), una malattia aggressiva caratterizzata da un lungo periodo di latenza e la proliferazione dei linfociti T. Il virus si trasmette attraverso l'attività sessuale, il sangue infetto e nel latte materno.

Per questo studio, Lairmore e un gruppo di collaboratori hanno sviluppato un ceppo mutante di HTLV-1 che mancava di p13. I ricercatori hanno poi infettate un lotto di cellule T di coniglio con il virus mutante e un secondo lotto di cellule T di coniglio con un ceppo di normale HTLV-1.

Scorso, hanno inoculati sei conigli con cellule T infette con il virus che mancava la proteina p13 e sei conigli con cellule T infette con il virus normale. (HTLV-1 si diffonde quando una cellula infetta tocca una cellula non infetta.)

I conigli inoculati manca p13 sono rimasti infetti, mentre tutti e sei i conigli che riceve le cellule con normale HTLV-1 è stato contagiato.

"I nostri risultati sono i primi a indicare che la proteina HTLV-1 p13 gioca un ruolo biologico fondamentale durante la fase precoce di infezione da virus in un modello animale", dice Lairmore.

Successivamente, i ricercatori studieranno la funzione di p13 in HTLV-1, e come influisce mitocondri.

Finanziamento dal National Cancer Institute e dalla Fondazione Fogarty, National Institutes of Health, sostenuto questa ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha