Wolfberries cinesi possono migliorare imperfezioni vista causati dal diabete di tipo 2

Giugno 10, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un ricercatore Kansas State University sta esplorando l'uso di wolfberries cinesi per migliorare deficienze visive che sono comuni per tipo 2 diabetici.

Dingbo "Daniel" Lin, K-State assistente di ricerca professore di nutrizione umana, sta studiando wolfberries e il loro potenziale per migliorare danni alla retina. I suoi risultati mostrano che la frutta può ridurre lo stress ossidativo che l'occhio subisce a seguito di diabete di tipo 2.

"Non direi che wolfberries sono una medicina, ma può essere utilizzato come integratore alimentare ai trattamenti tradizionali per migliorare la visione", ha detto Lin. "Wolfberries hanno un'elevata attività antiossidante e sono molto utili per la protezione contro lo stress ossidativo causato da stimoli ambientali e mutazioni genetiche."




Lin ha esperienza in biochimica e occhi di ricerca, e voleva colmare il suo lavoro attuale in nutrizione con la visione. In una conversazione su l'occhio e phytochemicals Lin ha avuto con suo padre, un medico tradizionale cinese, Lin ha deciso di esplorare l'uso di wolfberries di miglioramento visione.

"Nella storia della nostra cultura, abbiamo la letteratura della medicina tradizionale che descrive le cose come il wolfberry e le sue funzioni", ha detto Lin.

Wolfberries sono arancione-rosso, e coltivato in Cina a forma oblunga. Lin ha detto il frutto è noto per aiutare riequilibrio omeostasi, rafforzare il sistema immunitario, nutrire il fegato e reni e migliorare la visione. Voleva capire i meccanismi degli effetti del wolfberry sulla visione e ha iniziato il progetto nel luglio 2008.

Lin ei suoi colleghi hanno scoperto che wolfberries hanno alti livelli di zeaxantina, luteina, polisaccaridi e polifenoli, che hanno dimostrato di migliorare la visione, nonché la prevenzione di età degenerazione maculare e la retinopatia diabetica.

I ricercatori stanno usando wolfberries secchi e di esaminare i loro effetti sullo strato di cellule epiteliali del pigmento retina.

"È l'unico strato di cellule nel lontano della retina, e fornisce un supporto fondamentale per l'intera retina, come la base di un edificio," detto Lin. "Tutte le sostanze nutritive passano attraverso quello strato di cellule."

Utilizzando tipo 2 topi diabetici, i ricercatori stanno studiando gli effetti di wolfberries sullo stress ossidativo, uno dei fattori che si verifica nella retinopatia diabetica, che è una complicanza comune di diabete e la principale causa di cecità negli adulti americani.

"Lo stress ossidativo è conosciuto come cellule compromissione della produzione di ossigeno reattivo", ha detto Lin. "Stress ossidativo cellulare è coinvolta in molte malattie umane, come il diabete, problemi visivi e la cecità."

I ricercatori hanno visto anche il reticolo endoplasmatico, che è dove il processo di ripiegamento delle proteine ​​si verifica in una cellula. Quando l'accumulo di aggregati proteici unfolded verifica costantemente, il reticolo endoplasmatico è sotto stress. Lo stress prolungato alla fine causare morte cellulare, ha detto Lin.

La in vitro ed in vivo hanno dimostrato che fitochimici del wolfberry proteggono le cellule epiteliali del pigmento retinico da iperglicemia, o alto glucosio. I risultati mostrano che il frutto ha effetti locali sullo stress ossidativo, riattiva l'enzima AMPK e riduce lo stress del reticolo endoplasmatico.

"AMPK è un enzima chiave nel bilancio di omeostasi energetica delle cellule," ha affermato Lin. "L'esito della ricerca attuale porterà allo sviluppo di regimi alimentari nella prevenzione di una malattia degli occhi."

I ricercatori continuano a studiare wolfberries ei loro benefici per la salute. Lin ha detto wolfberries potrebbero essere utilizzati come integratore alimentare, anche se il frutto non è probabile che si trovano nei tradizionali negozi di alimentari degli Stati Uniti. Ha detto che i consumatori potrebbero trovare in un negozio di cibo cinese o su Internet.

La ricerca fa parte di un settore in rapida evoluzione chiamato nutrigenomica, che studia gli effetti del cibo sull'espressione genica e le malattie. Nutrienti hanno dimostrato di influenzare l'espressione genica, e comprendendo il ruolo di specifici nutrienti e di come potrebbero causare malattie, gli scienziati potrebbero consigliare alimenti specifici per un individuo sulla base di sue genetica.

A K-Stato, altri ricercatori hanno collaborato al progetto: Denis Medeiros, professore e capo dipartimento di nutrizione umana; Jiang Yu, socio di ricerca in nutrizione umana; Edlin Ortiz, juniores in scienze della vita, liberale; e Yunong Zhang, ex assistente di ricerca in nutrizione umana.

La ricerca è stata presentata alla conferenza Experimental Biology 2009 e il 2009 American Society of Cell Biology Conference. Il progetto è finanziato da una sovvenzione dal centro di K-State of Biomedical Research Excellence.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha