Zucchero nel sangue: Killer per la malattia renale i pazienti?

Marzo 20, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Zucchero nel sangue, o ipoglicemia, costituiscono una minaccia grave per la salute per i pazienti con malattia renale cronica (CKD), secondo un nuovo studio. I risultati indicano che l'ipoglicemia può spiegare una parte di tali decessi legati al cuore in eccesso osservati in pazienti con IRC.

Controllo del glucosio è la chiave per prevenire la malattia renale allo stadio terminale (ESRD) in pazienti con CKD con diabete. Tuttavia, la gestione del diabete nei pazienti con insufficienza renale cronica può essere complicato, come la funzione renale ridotta dei pazienti può influenzare il modo in cui reagiscono ai farmaci anti-diabete. Difficoltà con la gestione dei loro diabete possono predisporre i pazienti con insufficienza renale cronica di episodi di ipoglicemia, una condizione che può causare complicazioni di salute gravi, tra cui vertigini, disorientamento, difficoltà di parola, convulsioni e morte.

Jeffrey C. Fink, MD (Università del Maryland Medical System), Maureen F. Moen (University of Maryland School of Medicine), ei loro colleghi hanno progettato uno studio finanziato dalla NIDDK e un ASN Student Scholar concedere per esaminare l'incidenza di ipoglicemia tra pazienti con IRC e per determinare se la condizione potrebbe contribuire alla morte 'CKD pazienti. I ricercatori hanno valutato l'incidenza di ipoglicemia in pazienti con CKD rispetto ai pazienti non-CKD, con e senza diabete, e hanno esaminato l'associazione di ipoglicemia con conseguenti decessi termine vicino (un giorno dopo la misurazione della glicemia).




Analisi incluso informazioni da 243.222 individui curati presso il Veterans Health Administration. L'incidenza di ipoglicemia è stata più elevata nei pazienti con insufficienza renale cronica rispetto a meno, sia tra i pazienti con diabete e tra quelli senza. Il rischio di ipoglicemia è stato più alto in individui sia con CKD e diabete.

L'ipoglicemia aumentato rischio di morte a breve termine dei pazienti. Secondo gli autori, ci fu una riduzione del rischio di morte a breve termine nei soggetti con CKD rispetto a quelli senza e questa attenuazione del rischio di morte potrebbe riguardare una maggiore qualità delle cure in questi pazienti con insufficienza renale cronica rispetto ai pazienti diabetici senza CKD.

"L'associazione di ipoglicemia con mortalità di un giorno sottolinea l'importanza di questo disturbo metabolico nei pazienti con diabete e malattie renali croniche", ha detto il dottor Fink. Mentre i dettagli sulla terapia non sono stati inclusi in questo studio, i risultati sono in linea con gli altri che hanno dimostrato che i pazienti che mettere su farmaci ipoglicemizzanti intensive possono portare ad un aumento dell'incidenza di ipoglicemia e non prolungare la loro sopravvivenza.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha